Ricercatore di dottorato: Cellule sintetiche e sostenibilità: una valutazione filosofica

Sommario:

Ricercatore di dottorato: Cellule sintetiche e sostenibilità: una valutazione filosofica
Ricercatore di dottorato: Cellule sintetiche e sostenibilità: una valutazione filosofica
Anonim

Sfondo

In vista delle sfide contemporanee che stiamo affrontando (ad es. cambiamento climatico, estinzione di massa e disgregazione ecologica) dobbiamo sviluppare nuove tecnologie che siano in sintonia con la natura e sostenibili, sia dal punto di vista ecologico che sociale. La biologia sintetica bottom-up è un campo di ricerca emergente che mira a comprendere come funzionano le cellule ricostruendo i loro processi molecolari e integrandoli infine in una cellula sintetica. Le conoscenze acquisite consentiranno lo sviluppo di nuove tecnologie basate sull'imitazione dei processi cellulari. Pertanto, questo progetto di dottorato è come garantire che la ricerca sulle cellule sintetiche possa contribuire allo sviluppo di biotecnologie sostenibili.

Il progetto di dottorato farà parte del progetto BASYC ("Building a synthetic cell"), un programma di ricerca nazionale olandese finanziato attraverso una borsa di studio Gravitation da OCW/NWO. BaSyC propone di costruire una cellula sintetica dal basso verso l' alto, per chiarire l'intricato funzionamento della vita cellulare. Allo stesso tempo, questo sforzo solleva affascinanti questioni filosofiche. Questo progetto di dottorato esplora il modo in cui BaSyC contribuisce alle tecnologie future che promuovono la sostenibilità e l'uguaglianza sociale. Sulla base delle raccomandazioni del panel BaSyC future, risultanti nel documento di sintesi "Società e cellule sintetiche", il progetto affronterà tre obiettivi:

1. Assicurati che la cellula sintetica contribuisca alla transizione verso la sostenibilità

La cellula sintetica può contribuire allo sviluppo di tecnologie sostenibili e biocompatibili piuttosto che dirompenti, a condizione che questo tipo di ricerca diventi parte di una transizione più ampia che coinvolga anche dimensioni culturali, politiche e normative, ad es., una tecnologia guidata dal rispetto della natura.

2. Organizzare la partecipazione della società alla ricerca sulle cellule sintetiche

Stabilire, riconquistare e mantenere la fiducia del pubblico nella scienza richiede una partecipazione genuina e sincera della società civile alla ricerca scientifica in modo tale che possa avere importanti conseguenze per gli sviluppi futuri della ricerca e della società. Per garantire che le tecnologie delle cellule sintetiche diventino sostenibili anziché dirompenti, è necessario un processo di riflessione inclusivo e partecipativo, aperto all'intelligence pubblica e sensibile alle aspettative e alle preoccupazioni.

3. Istituire una piattaforma per l'interazione tra ricercatori e parti interessate della società

Organizzare una piattaforma per la comunicazione formale e informale a cui i ricercatori e le parti interessate della società possano partecipare dall'inizio del processo di ricerca. Gli incontri con le parti interessate della società dovrebbero essere organizzati su questioni rilevanti in diversi momenti del progetto e dovrebbero essere concepiti come interstizi: spazi intermedi in cui significati, interessi e valori sociali diversi si incontrano e vengono spiegati.

Il progetto di dottorato è una collaborazione tra il Kavli Institute of Nanoscience presso la Delft Technical University Delft (Prof. Dr. Marileen Dogterom), la Erasmus School of Philosophy presso l'Università Erasmus di Rotterdam (Prof. Dr. Hub Zwart). Il ricercatore di dottorato sarà nominato presso TU Delft mentre la difesa del dottorato si svolgerà a EUR.

Compiti:

  • Valutare la ricerca sulle cellule sintetiche da una prospettiva di filosofia della scienza e filosofia della tecnologia, basandosi su concetti come biomimetica, sostenibilità e scienza aperta.
  • Co-organizzare un gruppo di esperti scientifici e sociali sulla questione di come garantire che la cellula sintetica contribuisca alla sostenibilità
  • Presentare i risultati a conferenze accademiche e incontri pubblici
  • Pubblica i risultati in riviste accademiche
  • Partecipare ai dibattiti sociali
  • Scrivi una tesi.

Requisiti:

Il candidato ha una laurea magistrale in filosofia, preferibilmente in combinazione con un background interdisciplinare

  • È interessato alla collaborazione interdisciplinare e all'innovazione metodologica e all'avvicinamento della scienza alla società;
  • Ha eccellenti capacità verbali e di scrittura in inglese;
  • Ha un atteggiamento da giocatore di squadra per la ricerca collaborativa;
  • È disposto a contribuire alle attività educative (10%)
  • Combina i punti di forza concettuali con le capacità di presentare, pianificare, organizzare e monitorare le attività del progetto.

Vantaggi salariali:

Offriamo un appuntamento come dottorando per un periodo di 1,5 anni, che sarà esteso con un secondo mandato di 2,5 anni se il candidato ottiene buoni risultati. La retribuzione sarà secondo le scale di dottorato stabilite dal CCNL Università olandesi (CAO NU), e andrà da € 2.541 mensili del primo anno a € 3.247 mensili del quarto anno (importo lordo, in caso di lavoro a tempo pieno). I candidati dovrebbero avere il diritto di lavorare nei Paesi Bassi per la durata del contratto. Il tempo pieno è considerato di 38 ore settimanali. Data di inizio: appena possibile.

Orario di lavoro:

38 ore settimanali

Indirizzo:

Mekelweg 2

Argomento popolare